Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Grindadràp, la strage delle balene nelle Isole Faroe continua.

leave a comment »

sea shepherdUn massacro che non conosce fine. Appena due settimane fa, un altro branco di globicefali è stato sterminato sulla spiaggia di Fuglafirði, nelle Isole Faroe, facendo salire a 501 il numero degli esemplari brutalmente uccisi nel 2015. A darne notizia è Sea Shepherd, l’organizzazione internazionale no-profit per la conservazione marina, impegnata in prima linea nelle acque dell’Oceano Atlantico.

Si tratta della sesta grindadráp avvenuta nell’arcipelago quest’anno.

“Per un’ora e mezza -dichiara Rosie Kunneke, leader del Team di terra Sea Shepherd-questi globicefali sono stati accerchiati da piccole imbarcazioni, spinti verso la spiaggia assassina, uncinati nei loro sfiatatoi, trascinati sugli scogli e sulla sabbia e poi massacrati in presenza dei membri delle loro famiglie”. Parole che trovano riscontri oggettivi nei video e nelle fotografie scattate dall’organizzazione all’inizio di quest’anno e che mostrano chiaramente la verità della grindadràp: una morte lenta e straziante. “Sostenere il contrario -sottolinea Rosie- è una mistificazione assolutamente scandalosa.”

grindadrap

Foto: Sigrid Petersen

Una grindadráp può essere chiamata in qualsiasi momento. “L’unico modo per garantire che questi animali siano completamente protetti -ha dichiarato il Capitano Alex Cornelissen, CEO di Sea Shepherd Global- è che la grindadráp sia bandita per sempre.”

Gli instancabili e coraggiosi volontari di Sea Shepherd per questa stagione hanno lasciato l’arcipelago, ma l’Organizzazione ha promesso di continuare a esercitare pressione contro lo sterminio dei globicefali.

“Faremo in modo -ha concluso Cornelissen- che il mondo non possa ignorare gli orrori che continuano a verificarsi nelle isole Faroe e che la Danimarca sia chiamata a rispondere della sua collusione criminale con questi massacri sanguinosi”.

Va ricordato, infatti, che i globicefali appartengono a una particolare specie di cetacei rigorosamente protetta dalla Convenzione per la Conservazione della natura e degli habitat naturali e che le Isole Faroe, attraverso la Danimarca, ricevono sussidi dall’Europa. Significa che le tasse dei cittadini comunitari finiscono per avallare la grindadràp, nonostante le leggi e le convenzioni europee vietino totalmente pratiche di questo tipo.

COSA PUOI FARE TU

Written by Cronache Bastarde

15 dicembre 2015 a 14:23

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: