Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Donne e diritti, i conti non tornano: grave mancanza di trasparenza sui fondi antiviolenza da parte delle Istituzioni

leave a comment »

giornata-contro-violenza-sulle-donneSolo sette amministrazioni locali forniscono dati in modo chiaro e trasparente circa l’utilizzo dei fondi stanziati dal Governo per contrastare la violenza sulle donne. Per tutti gli altri enti locali, i dati risulterebbero irreperibili o molto frammentari. “E’ una mappa -spiega l’associazione D.ì.Re, Donne in rete contro la violenza– con molti buchi neri”, presentata da DonneCheContano, (piattaforma open data ideata da ActionAid in collaborazione con Dataninja) durante l’incontro “Sulla violenza voglio vederci chiaro”. Una scoperta davvero sconcertante, proprio a ridosso della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne che verrà celebrata il 25 Novembre. 

Per cinque Regioni è stato possibile reperire la lista dei centri antiviolenza che hanno ricevuto o riceveranno i fondi stanziati per il biennio 2013/2014: Veneto, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia. Oltre che per queste Regioni, le liste sono disponibili per le due ex province di Firenze e Pistoia. Per altre amministrazioni, i dati sono deducibili reperendo altri atti amministrativi (Abruzzo) o per via del numero ridotto di strutture presenti (Valle d’Aosta e Basilicata). Per il resto delle Regioni, non è stato invece possibile reperire alcun dato.

“La mancanza di dati -spiegaMarco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid- e informazioni complete su come sono stati spesi i fondi stanziati attraverso la Legge 119/2013 rimane un fatto grave. Ribadiamo la necessità -prosegue De Ponte- che tutte le Regioni pubblichino online un resoconto completo sull’uso dei fondi e che il Governo fornisca a sua volta una rendicontazione accurata partendo dalla reportistica ricevuta dalle Regioni”. A quanto pare, infatti, solo il Governo detiene tutte le informazioni in merito, essenziali per fornire un resoconto completo della situazione. La trasparenza, ovviamente, è un elemento imprescindibile per valutare gli interventi e le strategie future da mettere in atto.

Ma c’è di più.Titti Carrano, avvocata e Presidente di D.i.Re, spiega di aver lavorato a una prima raccolta indipendente di dati sul finanziamento ai 74 Centri Antiviolenza che costituiscono la Rete dell’associazione, e a tal proposito dichiara: “in sole sei Regioni c’è stato confronto fra l’Ente locale e le Associazioni per impostare la spesa. Le mappature regionali sono state fatte solo in alcuni casi e sempre senza verifiche sul campo. Nella stragrande maggioranza delle Regioni i finanziamenti non sono ancora stati spesi e talvolta non si è provveduto neppure all’impegno. “Molti uffici regionali -prosegue la Carrano- tendono a distribuire le risorse a fruitori non specializzati, anche senza alcuna esperienza. Manca una valutazione delle priorità per le donne che subiscono violenza, che può essere fatta soltanto ascoltando i Centri e le Case che operano già da anni e conoscono bene le fragilità del sistema.”

L’associazionismo è unito nel denunciare come la violenza contro le donne, a dispetto delle emergenze mediatiche e delle dichiarazioni formali del Governo, non costituisca una priorità politica. E’ ancora Titti Carrano, inoltre, che ribadisce a gran voce l’esistenza di una vera e propria “volontà di cancellare e trascurare la competenza dei Centri antiviolenza, distribuendo i fondi anche a soggetti privi di esperienza e di qualifiche adeguate, e mescolando questo tema specifico a quello generico del welfare, del resto sempre più impoverito”.

Le conseguenze di un simile errore sarebbero incalcolabili sulla vita delle donne e delle generazioni future.

Nei due seguenti link trovate due inchieste molto interessanti che documentano dettagliatamente la superficialità delle nostre Istituzioni nell’affrontare tematiche cruciali per la tutela e la salvaguardia delle donne in Italia:
Stalking,quando una legge è inefficace.
Mafia, le donne pentite dei boss e il supporto delle associazioni senza finanziamenti.

(Vignetta: Darix
Nonsai.it)

Written by Cronache Bastarde

23 novembre 2015 a 18:38

Pubblicato su Donne, Notizie

Tagged with , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: