Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Alberto Sordi, un viale nel cuore di Villa Borghese

leave a comment »

Un Romano de Roma. Quello più amato. Scomparso dieci anni fa, ma vivo più che mai nella memoria di tutti.
Da oggi una strada nel cuore di Villa Borghese, vicino alla Casa del Cinema, sarà dedicata ad Alberto Sordi. È l’omaggio della città eterna all’attore che più di chiunque altro ha saputo rappresentare Roma nel mondo.

L’iniziativa rientra nelle celebrazioni che la Capitale dedica al grande attore romano, scomparso il 25 febbraio 2003. Tanti gli appuntamenti per ricordare Albertone, dal centro alle periferie.

Fino al 31 marzo il Complesso del Vittoriano ospiterà la mostra Alberto Sordi e la sua Roma, curata da Gloria Satta, Vincenzo Mollica e Alessandro Nicosia e dedicata al rapporto tra Sordi e la sua città: un percorso espositivo tra premi, lettere, oggetti personali, filmati e documenti (molti dei quali inediti) provenienti dalla casa e dagli archivi privati di Alberto. Fra i costumi di scena: il berretto del mitico Nando e la paletta del vigile Celletti.

Sabato 23 febbraio (alle 21) all’Auditorium Parco della Musica, in Sala Sinopoli, ci sarà un concerto con le colonne sonore di molti film interpretati da Sordi, mentre La Pelanda a Testaccio, sempre il 23 febbraio, ospiterà la proiezione del film I diavoli volanti, del 1939, con Stanlio e Ollio e Alberto Sordi doppiatore di Oliver Hardy. Altre proiezioni verranno allestite al Teatro Tor Bella Monaca (alle 17 e alle 21) e il 24 febbraio al Teatro Biblioteca Quarticciolo (alle 17) dove sarà proiettato il famosissimo Amore mio aiutami del 1969, dove Sordi è in coppia con Monica Vitti. La Casa del Cinema, invece, il 24 febbraio (alle 11) ospiterà la proiezione del film Bravissimo, dove Alberto Sordi veste i panni del maestro elementare Ubaldo Impallato.

alberto-sordiAlle 11 del 24 febbraio una Santa Messa in sua memoria verrà celebrata nella Chiesa degli Artisti di piazza del Popolo, mentre la Galleria Sordi, alle 21.30 del medesimo giorno, ospiterà la proiezione di Un americano a Roma: storico film del 1954 per la regia di Steno.
La sera del 25 febbraio (ore 20) Albertone salirà ancora una volta sul Colosseo, con la proiezione delle foto dei suoi film e, in sottofondo, 50 minuti di interviste raccolte con la collaborazione di Radiorai.
Infine il 23, 24 e 25 febbraio, nelle stazioni Metro e in Galleria Sordi, sarà possibile riascoltare la voce di Albertone, ricordato anche nel ruolo di speaker attraverso una carrellata delle sue memorabili trasmissioni radiofoniche.

“È stato l’attore più grande ma è soprattutto stato uno straordinario autore, l’artefice del suo personaggio con cui ha attraversato più di 50 anni di storia italiana. Da regista dico che era straordinariamente facile lavorare con Sordi proprio perché era un grandissimo; bastavano poche occhiate e ci si capiva sul tono da dare alla sua interpretazione e quindi al film. È stato un comico capace di contraddire tutte le regole del comico”. Mario Monicelli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: