Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Seconde generazioni: un film per raccontare l’Italia multietnica

with one comment

“Sta per piovere”. Si intitola così l’ultimo film di Haider Rashid, giovane regista italoiracheno nato a Firenze, che alle spalle vanta già riconoscimenti importanti (vincitore al Festival di Dubai con il film Tangled Up in Blue e del Festival di Milano, nel 2012, con I’ve Seen Films).

Sta per piovere racconta la vita delle seconde generazioni, alle prese con la ricerca di una piena identità e di un autentico senso di appartenenza. Storie vere. Storie di tanti che in pochi conoscono.

Said, figlio di algerini, è uno studente italiano di 26 anni che lavora come panettiere part-time. Una vita che viene sconvolta quando il padre perde  il lavoro. La mancanza di un nuovo impiego non consente il rinnovo del permesso di soggiorno e costringe i genitori di Said a tornare in Patria. Il giovane rimane in Italia con il fratello e, nel tentativo di risolvere la situazione, si scontra con una serie infinita di intoppi burocratici, mentalità retrograde, pregiudizi, e propaganda politica. Alla fine il ragazzo deciderà in ogni caso di abbandonare l’Italia, dove non riesce più a riconoscere se stesso.

Il film, ambientato nella Firenze “vera e non da cartolina”, è uno spaccato della realtà che vivono molti immigrati nell’Italia di oggi, raccontata con l’accento toscano di Said, che chiede: “dov’ è casa mia?”

Written by Cronache Bastarde

15 gennaio 2013 a 12:28

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. All these biology papers should not only be original but also
    authentic and plagiarism free. He encouraged people to violate unjust laws, and willingly accept punishment,
    in attempts to call attention to the unjust laws that African Americans faced in the United
    States during the 1950’s and 60’s. As distance learning is primarily processed
    over the internet, through computer usage some of the ways in which
    one searched for references and material are different.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: