Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Sussidi alle fonti fossili: un dossier sugli impianti più inquinanti

leave a comment »

mappa-fonti-fossiliOgni anno lo Stato foraggia direttamente e indirettamente le fonti fossili di energia con 9,11 miliardi di euro (nella mappa qui di fianco gli impianti più inquinanti). La denuncia arriva da un Dossier di Legambiente:  “le emissioni di CO2 continuano a crescere (+ 20% dal 2000) con effetti ambientali e sociali  sempre più drammatici. Cambiare modello energetico, promuovendo le fonti di energia pulita e riducendo drasticamente il consumo di petrolio, carbone, gas, è una priorità assoluta”. Secondo l’associazione, gli incentivi all’energia verde sarebbero decisamente inferiori ai sussidi elargiti al settore energetico fossile. L’International Energy Agency ha rivelato che nel 2012 i sussidi alle fonti fossili nel Mondo sono arrivati a 630 miliardi di dollari, in crescita rispetto agli anni scorsi: erano 523 nel 2011 e 412 nel 2010. L’ Italia non fa eccezione: anche da noi le fonti fossili continuano a ricevere sussidi più che generosi.

“Per l’Italia, abiamo calcolato che nel 2011 i principali sussidi diretti siano stati oltre 4,52 miliardi di euro – distribuiti agli autotrasportatori, alle centrali da fonti fossili e alle imprese energivore – e 4,59 miliardi di euro quelli indiretti, tra finanziamenti per nuove strade e autostrade, regali per le trivellazioni. L’insieme di queste misure pesa come un macigno sulla possibilità di innovare il nostro sistema energetico, di ridurre le emissioni di CO2 e l’inquinamento, e di creare benefici per famiglie e imprese”.

Secondo i dati dell’OCSE l’Italia nel 2010 ha sostenuto il settore energetico fossile con oltre 2 miliardi di dollari americani, ovvero 1,6 miliardi di Euro. E’ una stima largamente per difetto, ma è in ogni caso un primo conteggio delle diverse forme di sostegno, come esenzioni al pagamento di tasse, riduzione dei costi dell’energia, sussidi e finanziamento alle imprese sia pubbliche che private. “Governo e Parlamento devono fare chiarezza su questa situazione inaccettabile, che produce inquinamento locale e globale, impatti sulla salute delle persone. Nel documento di Strategia Energetica Nazionale presentato dal Governo Monti a Ottobre il tema dei sussidi alle fonti fossili, semplicemente, non esiste! Per un Paese importatore di fonti fossili come l’Italia (l’ 80,5% di combustibili rispetto al fabbisogno energetico nazionale) è ancora più assurdo che esistano ancora sussidi di questo tipo, che creano dipendenza nei settori industriali e di domanda, con conseguenze anche economiche enormi (62 miliardi di Euro di bolletta energetica nel 2011)”.

Per tutti questi motivi Legambiente chiede che in Italia siano aboliti i sussidi diretti e indiretti alle fonti fossili. Soprattutto considerando che “il nostro Paese ha tutto l’interesse a fermare tali sussidi e a puntare su efficienza energetica e fonti rinnovabili”.

Annunci

Written by Cronache Bastarde

27 dicembre 2012 a 16:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: