Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Alcol e abuso: informare i giovani a muso duro

leave a comment »

Uno “shottino” fra amici per sballare insieme, magari prima di entrare in discoteca. E’ il motivo principale che spinge gli under 14 ad avvicinarsi all’alcol: 2 casi su 10 confessano di essersi gia’ ubriacati almeno una volta nella vita. Lo rivela l’indagine “Adolescenti e Alcol”, presentata a Roma e realizzata dall’Osservatorio Permanente Giovani e Alcol (Opga), in collaborazione con la Societa’ Italiana di Medicina dell’Adolescenza (Sima). Il campione rappresentativo: 2.102 studenti di terza media. E’ emerso che per i ragazzini l’alcol è un rito, un simbolo di appartenenza, non una via di fuga. Nel dettaglio, infatti, le risposte piu’ gettonate per motivare l’assunzione di alcol sono state: divertirsi (59%), adeguarsi al gruppo (45,1%) e sballare (36%).

Un gioco pericoloso e preoccupante, considerata l’età del campione intervistato, e che cresce soprattutto nelle aree metropolitane. Il motivo principale alla base del comportamento d’abuso tra gli adolescenti -spiegano gli esperti- è dovuto ad un facile accesso alle bevande alcoliche. Per il 59,2% degli intervistati la birra si procura senza particolari impedimenti, percentuale che scende leggermente per il vino (49,8%) e per i superalcolici (32,4%).

Il primo contatto con l’alcol, dunque, in Italia avviene in età molto precoce: secondo l’indagine internazionale HBSC, svolta in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i ragazzi italiani di 11, 13 e 15 anni sono ai primi posti per il consumo settimanale di alcol su 40 Stati europei analizzati.
La Legge n. 189 dell’8 novembre 2012, dunque, è nata per stabilire il divieto di vendita di bevande alcoliche ai minori di anni 18 e l’obbligo di richiedere il documento di identità per accertare l’età dell’acquirente. Il punto è: quanto verrà effettivamente osservata dai commercianti? Dai barman delle discoteche? Dai chioschi disseminati ovunque nelle grandi città dove basta chiedere all’amico più grande di acquistare la bottiglia?

Forse delle campagne di informazione, assidue e mirate, potrebbero essere alla lunga un elemento più efficace del proibizionismo. Cominciando con lo spiegare ai giovani quali sono gli effetti legati al consumo fuori controllo. Ecco, ad esempio, cosa riporta il sito beviresponsabile.it, voluto da AssoBirra per promuovere un consumo responsabile di bevande alcoliche e informare i consumatori sui rischi connessi all’abuso.
Che cosa significa “abuso di alcol”.
“L’abuso può essere acuto (un’eccessiva quantità di alcol assunta in una sola occasione) o cronico (dosi eccessive di alcol assunte continuativamente per lunghi periodi di tempo). Entrambi causano gravi danni alla salute. L’alcol ingerito a forti dosi altera il metabolismo, influisce sulla pressione sanguigna, influenza il ritmo del cuore e può causare forme d’intossicazione anche gravi (intossicazione acuta da alcol). Danni epatici gravi come la cirrosi, malattie cardiache, nervose e certi tipi di tumori sono le principali conseguenze di un uso smodato e prolungato nel tempo di bevande alcoliche.
Che cosa significa “dipendenza da alcol”.
“L’individuo dipendente dall’alcol non riesce a controllarne il consumo e non può fare a meno di bere. Ciò può dipendere da un abuso continuativo di bevande alcoliche, ma anche da una predisposizione genetica o da condizioni ambientali. Chi soffre di dipendenza da alcol perde progressivamente la capacità di relazionarsi, lavorare ed agire, con evidenti gravi conseguenze personali, familiari e sociali”.

Chi beve a 14 anni rischia di diventare un consumatore abituale da grande, mettendo a rischio la propria salute e la vita degli altri. Ecco perchè gli adolescenti non dovrebbero bere per niente.

Written by Cronache Bastarde

13 dicembre 2012 a 09:12

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: