Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Ricominciato il digiuno: i malati di Sla fanno sul serio

leave a comment »

Fanno sul serio.
I malati di Sla riuniti nel Comitato 16 Novembre hanno ricominciato da tre giorni lo sciopero della fame. Chiedono l’incremento del fondo per la non autosufficienza (rifinanziato la scorsa settimana dopo la cancellazione operata dal governo Berlusconi).
I 200 milioni appena stanziati sono troppo pochi. Soprattutto in quelle regioni in cui il piano di rientro non consente di integrare la carenza del fondo nazionale.
La richiesta, considerata ragionevole da piu’ parti, è che si arrivi a 400 milioni di euro.
In tal caso lo sciopero dovrebbe essere sospeso e non arrivare a esisti irreparabili.

“Non è umano che non arrivino segnali concreti di comprensione a livello politico della gravità di quanto potrebbe accadere. Se mercoledì prossimo i malati si recano a fare il presidio a Roma, se staccano il respiratore o finiscono le batterie muoiono soffocati. Una cosa atroce”, si legge in una nota postata e condivisa su Facebook.

Eh già. Perchè un conto è lo sciopero dei sani, un conto è quello dei malati.
“Gli animi sono tesi e le voci che si rincorrono sono molte. L’altro ieri il sottosegretario al lavoro Maria Cecilia Guerra ha detto che non si può arrivare a una soluzione in tempi così stretti. Ma in questo momento occorre trovare una mediazione. Sembra averlo capito il ministro della Salute Renato Balduzzi che a Cagliari ha chiesto ai malati di sospendere lo sciopero. Sia chiaro dunque, che non rimane molto tempo. E che la morte di uno solo di questi malati sarebbe una sconfitta per tutti”.

Mercoledì 21 Novembre alle ore 16.00 ci sarà una protesta davanti al Ministero dell’Economia, in via XX Settembre a Roma. Se la situazione non si sblocca c’è già chi ha promesso di non ricaricare le batterie degli strumenti salvavita. Alcuni malati in carrozzina, con tracheostomia, si presenteranno infatti senza ventilatore polmonare di scorta.

I 200 milioni proposti dal Governo sono elemosina per i malati non autosufficienti. “Una vergogna assoluta”.
Parlamentari e governanti dovrebbero meditare davanti allo specchio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: