Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

100 donne uccise nel 2012. BASTA FEMMINICIDIO

leave a comment »

Una donna uccisa ogni due giorni. E’ il triste  primato dell’Italia per quanto riguarda il femminicidio, la morte di donne uccise per mano di un uomo. L’ultima vittima è una ragazza di 17 anni, ammazzata in Sicilia dall’ex fidanzato della sorella, che lui stava aspettando sotto casa con il coltello in tasca. E’ morta al suo posto, per difenderla da quel mostro che la perseguitava da settimane, incapace (come accade a troppi uomini) di accettare la fine della relazione con una donna che aveva scelto di non essere più sua. Samuele, l’assassino, ora si trova in carcere, catturato mentre cercava di fuggire su un treno: “è stato un raptus”, ha detto, “ho perso la testa”.

Ma ciò di cui è stata vittima Carmela ha un nome diverso, ben preciso: si chiama FEMMINICIDIO, l’estrema conseguenza, il frutto di un senso comune violento, patriarcale e misogino utilizzato dagli uomini per esercitare il loro presunto potere nei confronti delle donne.

Secondo i dati (confermati dall’Istat) l’87% delle donne che chiede aiuto a Telefono Rosa subisce violenza in famiglia o da quelli che vengono definiti “i propri cari”. Aumenta, cioè, il tasso di omicidi che avvengono in ambito familiare o sentimentale, dato che circa il 70% di questi omicidi sono compiuti da partner o parenti.

I nomi, l’età, le città cambiano, le storie invece si ripetono: sono gli uomini più vicini alle donne a ucciderle. Come se non bastasse, i fondi a disposizione dei centri antiviolenza sono quasi inesistenti.

Se non ora quando (Snoq), la rete delle donne, chiede da tempo di porre fine a questo orrorre e ancora una volta chiama in causa i media e le istituzioni, lanciando un appello a tutta la società civile.

FIRMA LA PETIZIONE “Mai più complici”

Vogliamo che l’Italia si distingua per come sceglie di combattere la violenza contro le donne e non per l’inerzia con la quale, tacendo, sceglie di assecondarla.

Written by Cronache Bastarde

20 ottobre 2012 a 08:09

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: