Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

“Chi non ha mai fumato marijuana alzi la mano”

leave a comment »

Jimmy Kimmel è un comico statunitense molto popolare, conosciuto in America anche come attore, conduttore e produttore televisivo. Sabato 28 Aprile ha stupito tutti con un intervento pungente alla White House Correspondent’s Dinner, la tradizionale cena organizzata dall’associazione dei giornalisti accreditati alla Casa Bianca. Nel suo intervento, Kimmel ha affrontato la questione della legalizzazione della marijuana. “Che cosa si ottiene con la repressione della marijuana? Seriamente, qual è la preoccupazione? Di esaurire le riserve di snack della nazione? Anche i fumatori di marijuana votano. A volte una settimana dopo le elezioni, ma votano.”

Kimmel, quindi, ha iniziato a sfidare la folla, che era composta anche da celebrità come Kim Kardashian e George Clooney.
“Vorrei che in questa stanza alzasse la mano chi non hai mai fumato erba”, ha detto.
Notando la reazione della folla (con le mani basse), Kimmel ha affrontato direttamente il Presidente Barack Obama, dicendo:”La marijuana è una questione che alle persone sta realmente a cuore”.

Obama non solo di recente ha detto che un dibattito sulla legalizzazione delle droghe non è in programma, ma ha anche aumentato il giro di vite sui produttori di marijuana medica in tutto il Paese. Come riporta l’Huffington Post nell’ articolo di Paige Lavender, il Presidente ha affrontato la questione della repressione in una recente intervista rilasciata a Rolling Stone, dove ha tentato di chiarire una discussa dichiarazione del 2008: “non ho intenzione di utilizzare le risorse del Dipartimento di Giustizia per aggirare le leggi dello Stato sulla marijuana medica”.

“Quello che ho espressamente detto è che la nostra priorità non era incriminare le persone che stanno usando la marijuana medica, ma non ho mai assunto un impegno che significasse in qualche modo dare carta bianca ai grandi produttori e gestori di marijuana, perché è contro la legge federale. Non posso ignorare una legge del Congresso. Non posso chiedere al Dipartimento di Giustizia di ignorare completamente la legge”.

Ma come sostiene il giornalista dell’Huffington Post presente alla cena, il riferimento alla “legge del Congresso” è fuorviante, poiché l’esecutivo potrebbe semplicemente rimuovere la marijuana dalla “Schedule 1” (la tabella che comprende droghe ad alto potenziale tossicomanigeno come l’eroina, la cocaina, le amfetamine), riconoscendo in tal modo il suo uso medico.

Teoricamente negli Stati Uniti non c’è nessuna guerra dichiarata verso l’uso terapeutico della cannabis, tuttavia sono diverse le cliniche che hanno violato sia leggi statali che federali. “Non ci sono stati procedimenti giudiziari verso chi ha usato marijuana per scopi medici”, sottolinea il Presidente. Motivo in più per cui quel giro di vite sulla produzione a scopo terapeutico sembra una palese contraddizione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: