Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Droga: il distributore automatico che offriva spinelli

leave a comment »

Potrebbe sembrare il titolo di un audace sogno antiproibizionista, eppure è successo davvero. Solitamente vendono cioccolate e bevande analcoliche, ma un distributore automatico di Auckland, in Nuova Zelanda, offriva anche spinelli di hashish. Stando a quanto riportato dal sito web AucklandNow, il club Daktory aveva installato il distributore, che vendeva sacchetti di cannabis da un grammo a 15,70 dollari, per evitare che i clienti venissero incriminati per spaccio di droga (dato che in Nuova Zelanda il consumo di cannabis è illegale).

Julian Crawford, il Presidente dell’organizzazione nazionale per la riforma delle leggi sulla marijuana (Norml), ha fatto sapere che l’iniziativa ha riscosso molto successo, con centinaia di vendite durante le serate più affollate al club. Il Daktory è aperto dal Novembre 2008 e dopo che il suo fondatore, Dakta Green, è stato arrestato per possesso e spaccio di droga è diventato il quartier generale del Norml.

Pur ammettendo che il distributore ha attratto anche persone interessate solo all’acquisto dell’hashish, Crawford ha sottolineato che l’intento era quello di conquistare consensi alla riforma di legge: “vogliamo che cresca il numero degli attivisti”, il distributore è “un esempio di come le cose potrebbero essere” se la cannabis venisse legalizzata. La Nuova Zelanda vanta uno dei più alti tassi di consumo di hashish al mondo, con oltre il 13% della popolazione adulta che lo consuma regolarmente.

Tuttavia, nelle ore scorse la polizia neozelandese ha sequestrato il dispenser automatico di marijuana, insensibile alle ragioni dei suoi inventori che sostengono la liberalizzazione delle droghe leggere. Durante la perquisizione, inoltre, sono state arrestate quattro persone e sequestrati 27.000 dollari neo-zelandesi, 700 grammi di cannabis e una serie di pipe.
Il consumo di marijuana in Nuova Zelanda è illegale, anche se diversi studi dimostrano come sia la terza droga più consumata nel Paese, dopo l’alcool e il tabacco.

(Fonte TMNews. Foto: Aduc)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: