Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Sesso sicuro: vietato dire “profilattico” in Tv

with one comment

Le parole di Benedetto XVI sull’inutilità dell’uso del preservativo come principale strumento per combattere l’Aids in Africa non sono mai state smentite dal Vaticano. In generale, contro le opinioni del Papa sul tema “prevenzione” tutta l’unione Europea si è espressa più volte in modo compatto: “il preservativo è uno degli elementi essenziali nella lotta contro l’Aids. La Commissione Ue considera che ci siano chiare prove scientifiche che confermano il ruolo di prevenzione del profilattico, pertanto ne sostiene attivamente l’uso”, ha detto tempo addietro il portavoce del commissario Ue agli aiuti umanitari rivolgendosi proprio al Papa.

Anche la Germania e la Francia in passato hanno espresso fortissima preoccupazione davanti alle conseguenze delle parole di Benedetto XVI: “riteniamo che frasi del genere mettano in pericolo le politiche di sanità pubblica e gli imperativi di protezione della vita umana”.
L’Italia, attraverso il ministro degli Esteri, non ha mai commentato le parole del Papa: eppure i programmi di prevenzione finanziati con fondi comunitari e nazionali riguardano anche la diffusione di preservativi e campagne di educazione per favorirne un uso corretto.

In Europa i media trasmettono sistematicamente spot e campagne incentrate sull’importanza del sesso sicuro. Qui da noi la Chiesa Cattolica da sempre equipara la pubblicità dei preservativi alla propaganda di stili di vita immorali ed edonistici: una disinformazione ancora più odiosa poiché contrasta con la natura “spinta” delle pubblicità nostrane dove si fa abbondante uso di sessualità e donne poco vestite.

Nel nostro Paese riguardo ai contraccettivi impera la più completa disinformazione e siamo un caso assolutamente anomalo: perfino l’uso della parola “profilattico” viene sistematicamente ostacolato. A ribadirlo con forza è Massimo Oldrini, presidente della Lila di Milano, la Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids che, proprio per cercare di diffondere conoscenza, attraverso un gruppo di giovani creativi ha ideato una campagna di prevenzione che punta ad attivare comportamenti sessuali sicuri, promuovendo l’uso del profilattico: “unico strumento in grado di tutelare chiunque abbia una vita sessuale attiva”.

Secondo i dati diffusi dalla Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids:
In Italia il preservativo è poco utilizzato rispetto al resto d’Europa (siamo agli ultimi posti) e il rapporto sessuale non protetto è ancora la prima causa di infezione.
I casi di diagnosi di infezione da Hiv attribuibili a trasmissione sessuale sono aumentati enormemente dal 1998 al 2009, tanto nelle coppie eterosessuali che omosessuali.

(In questo link una pubblicità della durex che non vedremo mai trasmessa in tv)
https://www.youtube.com/v/JQ_T2n5nZlo?version=3&hl=it_IT&rel=0

Annunci

Written by Cronache Bastarde

29 febbraio 2012 a 12:30

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] resto dei Paesi europei. Qui da noi l’uso stesso della parola “profilattico” è bandito dalla tv, come sostiene da tempo Massimo Oldrini, Presidente della Lila di Milano. In sostanza, impera la […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: