Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Iva colada: la nuova protesta dei giovani precari

leave a comment »

Il posto fisso è noioso, ha ragione Monti. Perciò, per brindare all’allegria di una elettrizzante vita instabile  e senza certezze, i giovani precari hanno dato vita a un presidio sotto il Ministero del Lavoro, a Roma. Il bar a cielo aperto “da Ersa e Mario”, che distribuisce in via Veneto il cocktail del momento: l‘Iva colada, i cui ingredienti di uso quotidiano sono largamente reperibili sul mercato e accessibili a tutti. La ricetta prevede infatti una dose di pagasaltuaria (in alternativa va bene anche stagenonretribuito), mischiata a una dose di pregiata fintautonomia e, per uccidere anche la monotonia più recidiva, un pizzico di malattianonpagata. Roba forte: divertimento assicurato. Il pregiato cocktail, proprio per gli effetti alienanti che scatena, non è per tutti: occorre mostrare un certificato di laurea che attesti un’età non superiore ai 28 (sfigatissimi) anni.

Il Nostro Tempo è Adesso, la rete che raccoglie sul territorio varie associazioni di giovani, portando l’Iva colada in presidio davanti al ministero, protesta ironicamente per le condizioni dei tantissimi precari italiani alle prese con disoccupazione e odiosi contratti a tempo, tutt’altro che divertenti. Si tratta dei diritti ai quali è difficilissimo avere accesso: compenso equo, malattia,  maternità,  reddito,  formazione, casa.
Questa singolare manifestazione, così colorata nonostante la crisi nera, non rappresenta solo un’ iniziativa di protesta contro le proposte di riforma del mercato del lavoro avanzate dal governo, ma anche un modo per far sentire la voce propositiva e fresca dei manifestanti.
Il comitato, infatti, ha presentato un “decalogo contro la precarietà”: 10 proposte concrete per sconfiggere le avvilenti condizioni di vita connesse a impieghi senza stabilità.

1- Contratto stabile x lavoro stabile
2- Il lavoro deve essere pagato bene
3- Continuità di reddito
4- Reddito minimo d’inserimento
5- Non e’ una vecchiaia da giovani
6- Diritto di voto, di assemblea, di sciopero
7- Maternità, paternità, diritti universali
8- Diritto ad ammalarsi
9- Formazione continua (e garantita)
10- La casa

E’ inutile tentare di strumentalizzare i giovani. La storiella del lavoro noioso perché a tempo indeterminato, tanto, non se la bevono.

Written by Cronache Bastarde

10 febbraio 2012 a 10:36

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: