Cronache Bastarde

inchieste tra giornalismo e racconto

Roma: la protesta degli artisti indignati

leave a comment »

Le decisioni ed i propositi del sindaco di Roma Alemanno e della Presidente della Regione Lazio Renata Polverini continuano a fare notizia, soprattutto perchè riguardano ancora politica e cultura: binomio che richiede la spiccata abilità del saper amministrare adeguatamente i fondi pubblici.

Il mondo degli artisti capitolini è da mesi mobilitato contro i tagli alla cultura, con numerose associazioni in rivolta, manifestazioni, occupazioni e sit-in dovuti ai mancati contributi (assegnati dalla Provincia, ma bloccati dalla Regione). Molte associazioni ed enti culturali romani rischiano infatti di scomparire, una trentina in tutto, non potendo contare su quel milione di euro che corrisponde all’importo negato.

In segno di protesta, il Teatro Valle di Roma è occupato dal 14 giugno 2011: ennesimo luogo di importanza storica per la città di Roma e per tutto il Paese che sta rischiando, a seguito della soppressione dell’Ente Teatrale Italiano deciso dall’ultima finanziaria, di venire affidato a privati che ne tradirebbero l’identità di spazio dedicato alla scena contemporanea di respiro internazionale.

“Il Teatro Valle è emblematico dello stato dell’arte in Italia -dicono gli occupanti-. È l’ennesimo bene pubblico dismesso senza un progetto trasparente e partecipato e gestito secondo logiche privatistiche. Il sistema culturale italiano è in uno stato di continua emergenza, gravato dai continui tagli alla cultura. Teatri, cinema, musei, produzioni rischiano ogni giorno la chiusura. Il pensiero libero e indipendente è a rischio”.

In ogni momento storico la creatività ha sempre generato ricchezza. Le intuizioni artistiche che nel passato hanno trovato un terreno di sfogo idoneo sono quelle che più di ogni altra cosa hanno contribuito alla creazione e al rinnovamento dell’ intero patrimonio culturale trasmesso alle future genrazioni. Motivo per cui Arte e Cultura, inevitabilmente legate al Potere, non possono ridursi a semplici operazioni di marketing .

Written by Cronache Bastarde

18 gennaio 2012 a 15:59

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: